Ricerca

Scambio a Istanbul con il Liceo Italiano IMI

Il Liceo Buonarroti, ha voluto festeggiare i suoi 50 anni di attività con lo scambio con il Liceo Italiano di Istanbul

Utente PIPS04000G-psc

da Pips04000g-psc

0

Il 50° del Buonarroti: lo scambio culturale a Istanbul, Turchia.
Il Liceo Buonarroti, da sempre promotore di una visione del mondo incentrata sull’intercultura e sulla internazionalizzazione, ha voluto festeggiare i suoi 50 anni di attività, aggiungendo alla lista dei propri scambi culturali una destinazione di assoluto prestigio: il Liceo Italiano di Istanbul, nato nel 1888, sotto l’Impero Ottomano.

Storia dell’I.M.I.


Una delegazione di alunni turchi, iscritti al Liceo Italiano, è stata nostra ospite a novembre e, in compagnia dei nostri studenti, ha potuto apprezzare le città di Lucca e di Firenze con visita agli Uffizi, i principali monumenti di Pisa, assistere ad una lezione dedicata presso la Scuola Sant’Anna, consultare preziosi manoscritti medievali sotto la guida del personale della Biblioteca della Scuola Normale Superiore e godere di un’anteprima dell’Opera pucciniana “La Rondine” nel Teatro Verdi, aperto, in esclusiva, per noi. L’accoglienza calorosa e sincera delle famiglie italiane ha arricchito ulteriormente l’esperienza degli studenti in visita.
Dal 17 al 24 marzo, la classe III FSA si è recata a Istanbul, nella città più evocativa di sempre, nella città “seduttrice, conquistatrice, sovrana” (Istanbul, Franco Cardini 2014, Ed. Il Mulino) che il Bosforo divide tra Oriente e Occidente, nella città dei minareti e delle moschee, degli hammam e dei bazar, dei palazzi dei sultani e delle fortezze militari, dei baklava e delle maioliche. Istanbul, che fu Costantinopoli, che fu Bisanzio, una città, mille anime, da sempre ispiratrice di poesia e di illusioni, di sogni e di grandi viaggi, teatro di battaglie, di sconfitte, di incontri, città che accoglie. Essere ospiti del Liceo Italiano, nel quartiere di Beyoğlu, accanto al Palazzo che fu del Doge di Venezia, attuale sede del Consolato italiano, ha centrato uno dei nostri obiettivi formativi più cari: la dimensione internazionale. Il Liceo IMI ospita infatti studenti di ogni provenienza: italiani, levantini, turchi,  curdi, siriani,, iraniani, con doppia o tripla cittadinanza, è la scuola di quegli studenti e di quelle famiglie che, attraverso lo studio dell’italiano e della cultura italiana, valorizzano e ampliano le proprie radici tessendo le basi per una visione del mondo incentrata sulla pace e sulla convivenza tra i popoli. E’ motivo di grande soddisfazione aggiungere alla consapevolezza di aver contribuito alla vitalità e alla pluralità di Istanbul con la nostra presenza, l’arricchimento culturale legato alle tante visite guidate ai principali monumenti della città come la Moschea Blu, Santa Sofia, Topkapı, Basilica Cisterna, Gran Bazar, Museo Archeologico, Torre di Galata, Moschea di Kılıç Ali Pasha, in compagnia degli studenti turchi e di una guida a noi dedicata. I ricordi legati alla crociera sul Bosforo e alle sue yalı, le dimore storiche ottomane di legno, gli scorci sulla città rubati nelle passeggiate letterarie alla scoperta dei luoghi di Orhan Pamuk e di Ferzan Özpetek nei quartieri di Tophane, Cihangir, Beyoğlu, Fatih, ancora ci emozionano e ci inebriano così come l’accoglienza straordinaria del popolo turco e le sue ricche pietanze. Citando e facendo nostra la poesia del grande poeta Nazim Hikmet: “La vita non è uno scherzo”, come Liceo Buonarroti, non possiamo che essere orgogliosi, felici, soddisfatti, delle nostre scelte, delle nostre amicizie, dei nostri studenti.

Erica De Lorenzo Eniko Lorinczi